mercoledì 8 ottobre 2008

isabelmarco's. Cambiamenti in vista.

C’è molto fermento sul forum di Isabelmarco’s in questi giorni per via di recenti cambiamenti introdotti sul regolamento che ne modificano sostanzialmente il carattere da ptr, spingendo nella direzione dell’investimento vero e proprio.
Ora, non ci sarebbe nulla di male in questa virata se fosse affrontata in modo serio e informato, in realtà c’è molta confusione e gli utenti non nascondono perplessità e insoddisfazione.

Ecco, in sintesi, le novità:
Gli user normali (non premium) non saranno più pagati. In pratica per essere pagati occorrerà sottoscrivere la premium, che, nella versione mensile ha un costo di 9 dollari. Sottoscrivere la premium è piuttosto conveniente su Isabel, si ripaga per metà con i propri click e per la restante parte con una manciata dei click dei ref.
Ma questo cambiamento getta nuove incognite sui ref. Che si trattasse di bot, ovvero algoritmi creati informaticamente, era cosa piuttosto risaputa, anche per via della sistematicità della loro vita e operato. Un ref di isabel cliccava in media 6 link al giorno e viveva circa 45 giorni, salvo alcuni che potevano vivere molto di più, arrivando a decuplicare quasi il proprio valore. Probabilmente nella creazione stessa dei pacchetti si differenziavano le “vite virtuali” dei ref in modo da simulare un meccanismo meno sistematico e più “umano”.
Ora la sottoscrizione dei ref cambia, assumento il carattere di investimento ma mantenendo ancora il profilo del ref: un ref vivrà solo più 30 giorni. In pratica è un noleggio, farebbe bene Isabel a modificare il termine buy in rent, tanto per essere più chiari con gli utenti che gradiscono correttezza nei reciproci rapporti.
L’admin garantisce che cliccheranno in modo da raddoppiare il capitale investito nel mese di durata, quindi la sistematicità diventerà globale.
Un ref costa di media 1.20 dollari e ne renderebbe, quindi, 2,40.
Il sospetto che mi viene, e che credo sia abbastanza accreditato da questa virata da acquisto ref- acquisto azioni che pare essere sostenuta da molti, è che i soldi raccolti dagli utenti per acquistare i ref vengano reinvestiti nel mercato delle hiyp e del forex, in modo da assicurare guadagni ben più alti del 200% in 30 giorni. Ma le hiyp e il forex non sono mercati stabili, il rischio dell’interruzione dei pagamenti è costante, insomma, investire tanto potrebbe diventare più rischioso rispetto a quanto era considerata stabile Isabel fino a pochi giorni fa.
Che isabelmarco possano nutrire ambizioni diverse è lodevole e fa capire che vogliono continuare a crescere, ma credo che avrebbero dovuto differenziare ulteriormente le due correnti – ptr e investimenti – in modo da continuare ad essere un riferimento mondiale nel campo dei pay to read – pay to clik. Così invece si giocano il tutto per tutto. Ce la faranno a fronteggiare la concorrenza agguerrita dei pescecani del forex e degli investimenti ad alto rischio?
Ci si augura di si... ma intanto ci si guarda anche intorno per vedere quali ptr paganti ci siano per garantire una ciclicità di investimenti anche in questo campo.
Perchè poi diciamocela tutta, se gli sponsor delle ptr sono coloro che acquistano le visite online, chi le acquisterà più sapendo che la maggior parte degli utenti sono bot, ovvero non reali?
Isabel dice che le visite vengono conteggiate solo negli user reali, e noi ce lo auguriamo, ma se togliamo i normali, non è che i premium siano milioni di persone...In pratica, conviene convertire visite in traffico su isabel sapendo che in fondo la possibilità di riconvertirlo in ref o affiliazioni è piuttosto ridotta?
Resta il fatto che io su bux3 ho convertito un credito di alcuni dollari in 650 visite e google analytics ne he rilevate solo 80, mentre con bux07 le visite acquistate dovevano essere un centinaio e non ne ho vista neanche una.
Un caso?

Comunque l’appesantimento di Isabel prosegue: ora le pubblicità sono ovunque, invadenti e invasive, per consultare il proprio profilo, le statistiche o accedere alla pagina del surf occorre sorbirsi un messaggio pubblicitario gratis che dura più di 10 secondi. E popup a non finire. Insomma, oltre a quelli a pagamento, ora ci tocca anche farli gratis.
E’ stato inserito uno script per la verifica del fattore umano (insomma, per depistare i programmi) perchè pare che molti user normlai siano stati eliminati in quanto proiezioni di programmi che hanno causato ingenti perdite. Strano come Isabel possa essere stata così ingenua da non inserire prima uno script, di solito vengono inseriti dei semplici link nascosti che gli user non vedono e non cliccano mentre i programmi recepiscono e cadono in trappola.
Infine sono cambiati anche i tempi di pagamento, leggermente più lunghi fino a 400 dollari di importo (non moltissimo, siamo sui 25-30 giorni se non ricordo male) mentre occorrono anche 2 mesi di tempo per recuperare investimenti di importo superiore.

In pratica, a chi converrà ancora investire su isabel?
Credo che l’investimento più redditizio possa essere quello di un premium (costo 9 dollari al mese) che acquista mensilmente dai 100 ai 200 ref (costo indicativo 106 – 212 dollari) e ne guadagna 180 -360 , recuperando il pagamento in un mese e ottenendo quindi la liquidità necessaria per reinvestire il mese successivo.
Però, facendo due calcoli, queste cifre mi sembrano molto più risicate rispetto ai potenziali guadagni di prima (con ref che potevano arrivare a decuplicare il loro valore) e se devo essere sincera, la tentazione di investire direttamente quel denaro su road2success, ottenendo il 200% in 15 giorni e dunque il 400% in 30, è davvero forte...

Nessun commento: